la tentazione di abitare

2010 avril 2
by Marta Orlando

La cucina.

L’ idea di New Babylon di Constant di non imporre ai nomadi un’urbanità sedentaria, ma al contrario di prenderne a modello lo stile di vita per proporre al mondo intero un diverso modo di abitare lo spazio è rimasta un’utopia.

La rivoluzione non è mai arrivata e quella civiltà multiculturale che avrebbe dovuto costruire New Babylon si trova oggi tra le discariche delle zone più periferiche delle nostre città e dei nostri pensieri.

Il campo nomadi di Alba non è stato per i Situazionisti un terreno di gioco e di partecipazione.

I campi nomadi sono i luoghi simbolo delle peggiori realtà urbane in cui da secoli abbiamo relegato l’altro.

Ci si chiede se ha ancora un senso progettare l’instabile, il transitorio, l’incerto, la risposta è che se il tema non lo si affronta in termini culturali, la progettazione di questi luoghi rimarrà ai tecnocrati di partito, o peggio alle questure.

Text and pictures by Marta Orlando.

Partager cet article de Droit de Cités:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitthis
No comments yet

Leave a Reply

Note: You can use basic XHTML in your comments. Your email address will never be published.

Subscribe to this comment feed via RSS